Trattamento con ipertermia – Copertura dei costi da parte delle casse malattia pubbliche o rimborso dei costi da parte delle casse malattia private per la terapia complementare del cancro

Purtroppo, siamo ancora nella stessa situazione: i costi delle terapie complementari del cancro come l’ipertermia non è certo che vengano coperti dalle casse malattia, poiché finora non sussiste un obbligo generale di copertura dei costi. E questo nonostante per molti tumori sia già stato possibile dimostrare attraverso studi che la chemio e la radioterapia hanno maggiore successo se combinate con l’ipertermia. Secondo la giurisprudenza degli ultimi anni, ma solo in singoli casi, le casse malattia pubbliche hanno dovuto coprire i costi, e queste sentenze fanno sperare che, in futuro, saranno coperti finanziariamente sempre più trattamenti complementari. Nel nostro articolo spieghiamo alla copertura di quali costi avete diritto e offriamo alcuni suggerimenti ai punti da considerare nelle richieste di copertura dei costi.

Copertura dei costi per l’ipertermia da parte delle casse malattia #1: Casse malattia pubbliche – Differenza tra trattamento ospedaliero e ambulatoriale

Se l’ipertermia viene somministrata nel quadro di un trattamento ambulatoriale in struttura ospedaliera, i costi sono compresi nella terapia ambulatoriale e vengono coperti dalle casse malattia pubbliche per la durata del soggiorno in struttura. Durante la terapia ambulatoriale, al contrario, non sussiste attualmente alcun diritto alla copertura dei costi. In questo caso, il Gemeinsame Bundesausschuss der Krankenkassen und Ärzte (GBA) (Comitato Federale Comune delle Casse Malattia) dovesse valutare “positivamente” la terapia. Solo successivamente potrebbe essere inserita nell’elenco delle prestazioni della rispettiva cassa malattia e potrebbe essere coperto il costo del trattamento. Nel 2005, una decisione della Corte Costituzionale Tedesca ha favorito la copertura dei costi per trattamenti complementari come l’ipertermia locale. Secondo questa decisione, avete sempre un diritto quando viene trattata una malattia potenzialmente letale per la quale non sussistono più possibilità terapeutiche generalmente riconosciute e sussiste almeno una minima possibilità migliorare tangibilmente l’andamento della malattia. Questa decisione non è però applicabile in modo vincolante e le decisioni per i singoli casi si basano spesso sulla correntezza della cassa malattia.

Copertura dei costi per l’ipertermia da parte delle casse malattia #2: Suggerimenti per la richiesta di copertura dei costi da parte delle casse malattie pubbliche

Proprio nella valutazione, la cassa malattia e il relativo servizio medico (MDK) hanno un margine di decisione piuttosto ampio. Vi raccomandiamo pertanto di presentare personalmente il vostro caso alla cassa malattia. In ogni caso dovreste poter presentare un piano di trattamento individuale che illustri l’entità del trattamento e i costi previsti. Di solito una serie di trattamenti di ipertermia locale comprende ca. 25 sedute da un’ora nell’arco di 8 settimane. È utile avere una dichiarazione del medico trattante che attesti come le possibilità di trattamento della medicina convenzionale siano limitate, correlate a intolleranze oppure che non sia più possibile un ulteriore trattamento. Le richieste di copertura dei costi dovrebbero essere presentate possibilmente prima dell’inizio del trattamento con ipertermia.

Copertura dei costi per l’ipertermia da parte delle casse malattia #3: Copertura assicurativa e rimborso dei costi da parte delle casse malattia private

Per i pazienti con assicurazione privata, i costi dell’ipertermia locale in combinazione con la chemioterapia vengono rimborsati secondo il regolamento tariffario dei medici (GOÄ), sezione 5854. L’interpretazione di questa sezione è diversa tra le casse private; pertanto i costi dell’ipertermia sono spesso rimborsati anche in combinazione con la radioterapia o come monoterapia. Tuttavia, proprio come per i pazienti con assicurazione pubblica, anche i pazienti con assicurazione privata, la copertura dei costi va richiesta prima dell’inizio del trattamento.

Copertura dei costi per l’ipertermia da parte delle casse malattia - Conclusione: Numerosi studi promettono grandi risultati e gli esperti sperano che la copertura dei costi verrà generalizzata.

Numerosi studi hanno già dimostrato che l’ipertermia locale in combinazione con i trattamenti classici quali chemio- e radioterapia può conseguire una percentuale di successo superiore. Ad esempio, è stato possibile trattare il cancro al collo dell’utero con una combinazione di radioterapia e ipertermia locale, allungando notevolmente la vita delle pazienti secondo uno studio di J. van der Zee. Sulla base di questo studio e dei risultati conseguiti, nei Paesi Bassi l’ipertermia come misura integrativa nel trattamento del cancro al collo dell’utero (CA della cervice) è una terapia standard. In caso di cancro al seno ricorrente, negli USA, presso la Duke University della North Carolina, nella persona del Dr. Ellen Jones, è stato dimostrato che nel 68% delle pazienti l’irradiazione in combinazione con l’ipertermia ha determinato la scomparsa del tumore. Nel gruppo di confronto sottoposto solamente a radioterapia, questo successo si è potuto raggiungere solo nel 24 percento delle pazienti. Sono stati registrati successi anche nei sarcomi, nei tumori cerebrali ricorrenti o nel cancro alla vescica. I trattamenti complementari come l’ipertermia non sono certamente una magia, ma ampliano le nostre possibilità di combattere il cancro e allungare la vita, anche se non è garantita una guarigione completa. Tra i medici che offrono trattamenti complementari, c’è grande speranza che, nel prossimo futuro, metodi quali l’ipertermia riceveranno maggiore riconoscimento e, come regola generale, le casse saranno obbligate a coprirne i costi.

Dr. Michael Hülser

Dr. med. Michael Hülser

Il Dr. Michael Hülser è medico specializzato in medicina generale, anestesiologia e psicoterapia; nato nel 1960, ha studiato medicina dal 1983 al 1988 presso l’università di Göttingen. Dopo aver lavorato in diverse cliniche, si è stabilito definitivamente nel 2000 a Filderstadt.
“Oltre che nelle discipline della medicina classica” si occupa anche “ di medicina antropologica, terapia del cancro complementare e naturopatia. Nel corso della sua attività si è specializzato in particolare nei campi dell’ipertermia e della terapia complementare del cancro”.
Contatto con Hyperthermie Filderstadt

Invia e-mail

Contatto

Celsius42 GmbH
Hermann-Hollerith-Str. 11
52249 Eschweiler
Deutschland

+49 (0) 24 03 – 7829 230
Invia e-mail

Celsius42 Korea LTD
Gunpo IT-Valley, S-B102, 17, Gosan-ro 148 Beon-gil,
Gunpo-city, Gyunggi-do,
South Korea

+82-70-5208 7622
Invia e-mail